AS.TRO Assotrattenimento 2007

Il presidente di AS.TRO ringrazia tutti gli artefici della concertazione col Comune di Genova

Il risultato ottenuto a Genova dalla categoria dei gestori, impone una riflessione e rende necessario una pubblica esternazione di gratitudine nei confronti degli artefici di una occasione di confronto così brillantemente condotta e conclusa.

In primo luogo ritengo importante sottolineare come AS.TRO non si sia proposta all’Amministrazione Comunale come una supponente associazione di categoria che vantava un diritto contrario alle scelte della Municipalità. A Genova AS.TRO ha “giocato di squadra”, unendo le proprie forze a quelle dell’Ispettorato Compartimentale di AAMS e della locale rappresentanza di ConfEsercenti, in una ricerca di confronto istituzionale rispettoso delle prerogative dell’Ente Territoriale.

Col rispetto e l’autorevolezza derivante dalla serietà delle argomentazioni, ma soprattutto invocando la univocità degli intenti che le Istituzioni e le Associazioni di Categoria normalmente perseguono, è stato possibile distinguere la tematica della tutela dei minori da quella dell’esercizio delle AWP, e conseguentemente rimuovere l’obbligo di spegnimento delle slot sino alle ore 10,00.

Ciò che rende evidente, pertanto, il successo di AS.TRO, ed in particolare del responsabile per la Liguria dell’Associazione, il consigliere Franco De Martis, è proprio la capacità della rappresentanza dei gestori di sapersi unire con le altre realtà del Territorio e a proporsi, in tale contesto, come espressione della realtà economica e istituzionale. L’autorevolezza, infatti, è condizione che non può essere autoreferenziale, ma che discende proprio da come ci si rapporta all’esterno.

Un sincero ringraziamento va pertanto rivolto all’amico e consigliere Franco De Martis, al Funzionario di AAMS Liguria, dott. Tintori, e al Signor Cesare Groppi di ConfEsercenti, unitamente al Responsabile della Direzione Sviluppo e Commercio del Comune di Genova, dott. Pierpaolo Cha.

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.