AS.TRO Assotrattenimento 2007

Risolto il “caso Genova”: “Le slot non sono più tenute a restare spente sino alle ore 10”, prevale il buon senso e la capacità di confronto istituzionale della rappresentanza di categoria (AS.TRO)

L’11 gennaio scorso avevamo annunciato, dalle pagine web di questo sito, che il problema relativo all’orario di esercizio delle slot nel comune di Genova era in corso di soluzione, e che il provvedimento della Giunta volto ad imporre lo spegnimento degli apparecchi di gioco sino alle ore 10,00 doveva ritenersi frutto di una errata assimilazione tra i videogiochi (accessibili anche per i ragazzi in età scolare) e le slot (riservate per Legge solo ai maggiorenni).
In quel giorno, infatti, le delegazioni di AS.TRO, Confesercenti e AAMS, nelle persone di Franco DeMartis, Cesare Groppi e del dottor Rino Tintori, avevano incontrato i funzionari delle Attività Produttive e Commerciali del capoluogo Ligure, Diretti dal dottor Pierpaolo Cha, ottenendo la disponibilità dell’Amministrazione a rivedere la portata del provvedimento, peraltro in un quadro di collaborazione istituzionale mirato anche a diffondere nella cittadinanza, tramite l’iniziativa editoriale Infogaming, un messaggio di sensibilizzazione verso il rispetto delle regole del gioco lecito e verso il gioco responsabile.

Il 15 febbraio 2010, il Direttore dell’Area Commercio e Attività Produttive del Comune di Genova ha firmato e diramato al Comando della Polizia Municipale la nota PROT. n. 26.2010 a mezzo della quale viene espressamente sancita l’inapplicabilità della limitazione di orario sopra ricordata agli apparecchi della tipologia comma sei lett. A) del TULPS “in quanto apparecchi già vietati ai minori di anni 18, liberamente usabili dagli adulti”.

AS.TRO rinnova le congratulazioni al Consigliere Franco De Martis, artefice della organizzazione della delegazione “di confronto e concertazione” con il Comune, per il concreto attivismo associativo messo in campo per aiutare la categoria e per il rilevante contributo apportato alla “causa” di AS.TRO.

Raggiunto telefonicamente dall’Ufficio Stampa dell’Associazione il Consigliere ha dichiarato
di sentirsi “particolarmente sollevato e gratificato per il risultato ottenuto, la cui attesa stava concentrando le aspettative di tanti Colleghi (iscritti e non) della Provincia, tutti preoccupati per una situazione che rischiava di incidere seriamente sulla raccolta di gioco”,
e di “voler ringraziare, per la collaborazione prestata, l’Ispettorato Compartimentale di AAMS, componente essenziale della delegazione in quanto espressione diretta dell’Amministrazione Governante il Gioco Lecito, la cui prontezza e disponibilità a supportare l’iniziativa di AS.TRO, peraltro, derivano dalla tangibile autorevolezza rappresentativa dell’Associazione in sede Istituzionale”.

La Dirigenza AS.TRO è pertanto lieta di comunicare ufficialmente a tutti gli operatori del Comune di Genova l’avvenuta rimozione del divieto di accensione delle slot prima delle ore 10, cui seguirà un intervento dell’Associazione in tutte le altre Municipalità Liguri che, a suo tempo, avevano emulato il provvedimento emesso dal Capoluogo di Regione.

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.