AS.TRO Assotrattenimento 2007

Commissariamento Unire e Preu degli apparecchi Awp. Un altro elemento per discutere sulla riduzione del prelievo applicato alle slot

Come reso noto dalla cronaca, l’UNIRE si avvia verso la procedura di Commissariamento, un percorso che certifica una situazione di difficoltà dell’Ippica fortemente legata ad elementi ulteriori rispetto a quelli che, a dicembre 2008, si pensavano risolvibili attraverso l’esproprio di una quota di PREU dal settore degli apparecchi al comparto della salvaguardia della razza equina.

AS.TRO valuta positivamente l’intervento del Governo nel “porre un punto” sullo stato di crisi dell’Unire, in quanto solo un rappresentante dell’Esecutivo, portatore quindi anche degli interessi erariali complessivi del Paese, potrà valutare serenamente la obiettiva necessità di mantenere il sovvenzionamento dell’Ippica proveniente dalle new slot, ovvero se sia ancora attuale pensare che un comparto incapace di autonomo risanamento debba incidere sulla pressione tributaria di un settore industriale a cui si deve la ricostruzione dell’Abruzzo e la collocazione in Confindustria delle maggiori organizzazioni di rappresentanza degli operatori del gioco lecito.

La partita, di esclusivo tenore politico, si arricchisce pertanto di un elemento di innegabile valore, ovvero la riscontrata inutilità della iniezione di risorse distratte dalla percentuale di ricavo di imprese sane, al fine della rigenerazione del comparto Ippico, alla luce del quale pare doveroso porre in discussione la perdurante attualità dell’aumento del PREU disposto per finanziare l’UNIRE.

AS.TRO proporrà all’Area Gioco e Intrattenimento di valutare il polso “politico” della questione, e di attuare ogni iniziativa, consona ai criteri di comportamento di Confindustria S.I.T., per prospettare il diritto del comparto gioco a rientrare in possesso, almeno per il futuro, di risorse che, a tutti gli effetti, sono descrivibili come decurtazioni di ricavo non più giustificabili.

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.