AS.TRO Assotrattenimento 2007

Convertito in legge il decreto-legge su incentivi, frodi fiscali e riscossione

Dopo l’approvazione da parte della Camera dei deputati il 6 maggio 2010 del disegno di legge A.C. n. 3350, “Conversione in legge del decreto-legge 25 marzo 2010, n. 40, recante disposizioni urgenti tributarie e finanziarie in materia di contrasto alle frodi fiscali internazionali e nazionali operate, tra l’altro, nella forma dei cosiddetti ‘caroselli’ e ‘cartiere’, di potenziamento e razionalizzazione della riscossione tributaria anche in adeguamento alla normativa comunitaria, di destinazione dei gettiti recuperati al finanziamento di un Fondo per incentivi e sostegno della domanda in particolari settori”, il Senato il 19 maggio ha accordato la fiducia al Governo, così convertendo definitivamente in legge, con modificazioni, il decreto-legge 25 marzo 2010, n. 40 (A.S. n. 2165). Il testo approvato è quello licenziato in prima lettura, sempre con voto di fiducia, dalla Camera dei deputati.<br><span style=”font-weight: bold;”>Tra le novità approvate nella legge di conversione si segnala l’articolo <span style=”font-style: italic;”>5bis</span>, recante modifiche alla disciplina in materia di installazione di reti e di impianti di comunicazione elettronica, che introducendo un nuovo articolo al Codice delle comunicazioni elettroniche</span> (decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259), l’articolo 87-bis, adotta procedure semplificate per determinate tipologie di impianti (rete di banda larga mobile, nel caso di installazione di apparati con tecnologia UMTS), prevedendo – fermo restando il rispetto dei limiti, dei valori e degli obiettivi di cui all’articolo 8 del codice delle comunicazioni elettroniche – la sola denuncia di inizio attività.<br><span style=”font-weight: bold;”>Sulla restante parte del testo del decreto-legge n. 40 del 2010, la Federazione aveva manifestato l’esigenza di modificare le disposizioni dell’articolo 2, comma 2, relativo alle concessioni pubbliche statali. La norma presenta diversi profili di criticità, che la rendono contraria ai principi comunitari e nazionali in materia di concessioni, concorrenza e attività amministrativa anche perché incide sulla la validità dei contratti già stipulati e dei relativi atti di assenso amministrativo introducendo profili di retroattività che si presterebbero a ricorsi ed impugnative.</span><br><br>Per visualizzare la legge di conversione si rinvia al <a href=”http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Ddlpres&leg=16&id=00478917&part=doc_dc&parse=no&stampa=si&toc=no”>link</a><br><br>

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.