AS.TRO Assotrattenimento 2007

Vlt: Con Decreto Direttoriale AAMS definisce le modalità di assolvimento del Preu dovuto sulle Vlt

Con Decreto Direttoriale n. 2010/22847/GIOCHI/ADI del 1° luglio 2010, registrato in data 12 luglio 2010 alla Corte dei Conti ed in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, i Monopoli di Stato definiscono le modalità di assolvimento del Preu per le VLT.
Il Decreto stabilisce infatti per tali macchine da gioco che:
– Il PREU si applica alla base imponibile, contabilizzata dal sistema di contabilità di ciascun sistema di gioco, nella misura del 2 per cento, per gli anni 2010 e 2011, del 3 per cento per l’anno 2012 e del 4 per cento per l’anno 2013.
– L’anno solare è suddiviso in sei periodi contabili ed ogni periodo contabile è formato da due mesi solari. I mesi relativi a ciascuno dei sei periodi contabili sono: gennaio-febbraio; marzo-aprile; maggio-giugno; luglio-agosto; settembre-ottobre; novembre-dicembre
– Il concessionario determina la base imponibile ed il PREU relativi a ciascun periodo contabile ed assolve il PREU, dovuto per ciascun periodo contabile, mediante quattro versamenti da effettuarsi alle seguenti scadenze:
a) il primo versamento, entro il giorno 28 del primo mese del periodo contabile;
b) il secondo versamento, entro il giorno 13 del secondo mese del periodo contabile;
c) il terzo versamento, entro il giorno 28 del secondo mese del periodo contabile;
d) il quarto versamento, entro il giorno 22 del primo mese del periodo contabile successivo. Il quarto versamento del sesto periodo contabile è effettuato entro il giorno 22 gennaio dell’anno solare successivo.
– L’importo di ciascuno dei primi tre versamenti che il concessionario effettua per il singolo periodo contabile è determinato nella misura del 25 per cento dell’ammontare del PREU dovuto per il penultimo periodo contabile precedente. Con riferimento a ciascun anno solare, il concessionario effettua il versamento del PREU, dovuto a titolo di saldo, entro il 16 marzo dell’anno successivo.

Scarica il testo del Decreto Direttoriale n. 2010/22847/GIOCHI/ADI

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.