AS.TRO Assotrattenimento 2007

AS.TRO fa chiarezza sulla situazione relativa ai Comuni di Telti e Mores

Riportiamo nel suito la missiva inoltrata dall’Associazione  AS.TRO all’Agge Sardegna, e alle testate giornalistiche di settore, con la quale si intende fare ulteriore chiarezza in merito alla situazione relativa alla Regione Sardegna e, in particolare, ai Comuni di Telti e Mores, attorno alla quale si è aperto un dibatitto interno al comparto.

Bologna lì 27.10.2010
Spett. le Associazione
AGGE SARDEGNA

p.c.

Alle Testate

gioconews.it

giocoegiochi.com

jamma.it

 Egregi Colleghi,
    ho letto con stupore le valutazioni (e le conclusioni) a cui siete pervenuti a seguito della semplice missiva che AS.TRO ha indirizzato alle testate giornalistiche di settore sull’argomento “Comuni di Mores e Telti”, all’interno della quale, peraltro, questa Direzione Generale non ha mai citato o commentato l’operato di AGGE SARDEGNA.
    A seguito della lettura di un articolo intitolato “il PREFETTO STOPPA I COMUNI”, all’interno del quale si illustrava l’intervento del consulente di Agge Sardegna presso la Prefettura di Sassari in termini tali da aver indotto alcuni nostri associati a ritenere le ordinanze dei Comuni di Mores e Telti come prive di efficacia e persistente forza cogente, AS.TRO ha chiesto “lumi” ai Sindaci interessati, ricevendo la testuale risposta che si è riportata nella missiva inoltrata alla stampa.
    Il compito di AS.TRO “sul punto” era finito qua, ovvero:
dopo aver ravvisato che, nonostante l’intervento di Agge Sardegna, l’orientamento amministrativo dei Comuni interessati e i relativi atti di regolamentazione locale, non erano mutati di una virgola, si è proceduto alla informazione che AS.TRO veicola d’ufficio agli associati, e che in questo caso si è concretizzata
*) in un ammonimento a considerare ancora pienamente valide ed efficaci le ordinanze sindacali in argomento (perché lo sono, aimé, ancora oggi, e lo saranno, purtroppo, anche domani),
**) nella promessa ai propri iscritti che anche AS.TRO avrebbe fatto la “sua” parte, secondo i “suoi” canoni di condotta, investendo il delegato regionale della questione.
    Nessuno (di AS.TRO) si è mai sognato di denigrare, offendere, o sminuire l’operato di AGGE SARDEGNA, sicuramente lodevole e apprezzabile, laddove è riuscita a sensibilizzare una figura istituzionale come il Prefetto, nonché a portare alla luce i problemi locali degli operatori, e Vi si prega di controllare attentamente tenore e lessico utilizzato nella nostra comunicazione, al fine di verificare la costante continenza dei toni e delle espressioni utilizzate rispetto alla funzione dell’associazione AS.TRO.
    Tutto il settore deve ringraziare AGGE SARDEGNA per l’impegno profuso, ma agli iscritti AS.TRO, che leggono ovviamente anche tutte le testate di informazione del settore, doveva arrivare il messaggio di attenzione a come una notizia doveva essere interpretata, ovvero che le ordinanze di Mores e Telti erano ancora vigenti, nonostante tutto.
    Ad AS.TRO non interessa cosa il Prefetto abbia fatto o non fatto in concreto, né se i Comuni abbiano o non abbiamo ragione a sostenere un determinato orientamento giuridico sulle funzioni degli Enti Territoriali di prossimità.
    Ad AS.TRO interessa che, nonostante il tentativo (lodevole nelle intenzioni) esperito da AGGE SARDEGNA il problema si è rivelato non rimosso e persistente, e che alcuni iscritti AS.TRO abbiano conseguentemente richiesto che anche la loro associazione si attivasse per affrontare la questione.
    Ci rammarichiamo delle valutazioni da Voi profuse nei confronti di AS.TRO, che notoriamente non commenta mai pubblicamente l’operato dei “singoli” colleghi (di nessuno, qualunque cosa facciano o dicano!), e confidiamo che una più attenta lettura della missiva che AS.TRO ha inoltrato alla stampa possa far emergere anche la strumentalizzazione a cui la vicenda (e non il “caso”, che nello specifico non esiste) è stata sottoposta da parte di chi (professionalmente) dovrebbe veicolare (almeno) le notizie “tecniche” con dovizia di esattezza e scrupolosa continenza di toni, contenuti, titoli.
    E’ opinione di AS.TRO che per la Sardegna l’associazione AGGE sia una risorsa e che non debba “spegnersi”, e che, al pari di tutte le realtà associative, nessuna esclusa, sia importante che continui il proprio operato con il massimo entusiasmo possibile, prestando, magari, attenzione a come la propria attività, e gli esiti della stessa, vengono rappresentati dagli organi di informazione, alcuni, talvolta orientati al sensazionalismo piuttosto che alla didascalica e precisa rappresentazione dei fatti di cui vengono a conoscenza.
    Nell’auspicio di aver chiarito la questione si porgono
    Cordiali saluti
    Avv. Silvia Taraddei – Direttore Generale AS.TRO.

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.