Fisco e Impresa

INAIL 2012: le sanzioni in caso di ritardo nell’invio della presentazione della denuncia

12 giugno 2012 di Marco Minoccheri in Fisco e Impresa

L’INAIL, nella Nota protocollo 4 giugno 2012, n. 3516, fornisce chiarimenti in merito alla Nota n. 3341/2012 precisando, in merito al termine del 16 marzo per la presentazione della dichiarazione delle retribuzioni, che
• l’invio oltre il termine del 16 marzo deve considerarsi come una denuncia spontanea sanzionabile ai sensi della Legge n. 388/2000 art. 116, comma 8, lettera b relativa alla sanzioni civili;
• la violazione del predetto termine comporta l’applicazione delle sanzioni amministrative di cui alla Legge n. 689/81;
• nel caso in cui sussistano le condizioni per l’applicazione delle sanzioni civili non sarà applicata la sanzione amministrativa.
Con riferimento al caso in cui il datore di lavoro proceda all’invio della dichiarazione delle retribuzioni in ritardo ma entro il 18 giugno 2012 (in base alla Nota n. 3341/2012) si potranno verificare le seguenti fattispecie:
• mancata denuncia delle retribuzioni che ha comportato la richiesta di premio minore di quello effettivamente dovuto: applicazione delle sanzioni civili per evasione dal 17 febbraio fino alla data della presentazione tardiva delle retribuzioni;
• mancata denuncia delle retribuzioni che ha comportato la richiesta di premio maggiore di quello effettivamente dovuto: applicazione delle sanzioni amministrative.
Ricordiamo a tal proposito che in merito alle omesse dichiarazioni inail del 2012, trattandosi del primo anno di applicazione dell’obbligo telematico di invio della dichiarazione dei premi, l’INAIL con Nota protocollo n. 3341 del 24 maggio 2012, ha ritenuto, in via del tutto eccezionale, di dare al possibilità ai datori di lavoro che non hanno provveduto all’invio delle dichiarazioni entro il 17 marzo di inviarle entro il 18 giugno.
Pertanto l’Istituto ha comunicato che dal 25 maggio al 18 giugno 2012 saranno disponibili sul portale Inail, all’indirizzo www.inail.it – Punto Cliente, i servizi telematici:
• Invio telematico dichiarazione salari;
• AL.P.I. Online.
La mancata presentazione della dichiarazione delle retribuzioni entro il suddetto termine comporta l’applicazione della sanzione amministrativa, ove ne sussistano i presupposti.

Il Giocatore responsabile:
  • 1 - Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • 2 - Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • 3 - Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • 4 - Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • 5 - Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • 6 - Non chiede soldi a credito per giocare
  • 7 - Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • 8 - Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • 9 - Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • 10 - Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
Idee in movimento

L’uomo d’azione è l’unica persona che abbia più illusioni del sognatore — Oscar Wilde