AS.TRO Assotrattenimento 2007

Comunicazione dei contratti di leasing e noleggio per società di leasing e commerciali: scade il 29 ottobre 2012 il termine per l’invio della comunicazione

Scade il prossimo 29 ottobre 2012 il termine per l’invio all’Agenzia delle Entrate della comunicazione dei contratti di leasing e noleggio relativi all’anno 2011. In particolare, tale adempimento, in origine previsto entro il 30 giugno 2012 dal provvedimento direttoriale del 5 agosto 2011, è stato da ultimo prorogato con il provvedimento del direttore dell’Agenzia n. 2012/94713 del 25 giugno 2012. Alla luce del contenuto dei numerosi provvedimenti e chiarimenti emanati sulla questione (si vedano, ad esempio, il comunicato stampa del 26 settembre 2011, il provvedimento direttoriale del 21 novembre 2011 e il comunicato stampa del 23 dicembre 2011), risultano obbligati alla comunicazione in oggetto le società che esercitano attività di leasing finanziario e operativo (ossia le società che sono iscritte nell’elenco generale di cui all’art. 106 del TUB), nonché gli operatori commerciali che svolgono attività di locazione e noleggio. Sono interessati dalla comunicazione anche gli operatori commerciali che svolgono attività di locazione e/o di noleggio di alcuni beni mobili, anche se tale attività è svolta marginalmente.
In relazione a tali ultimi soggetti, che potremmo definire quali locatori o noleggiatori “occasionali”, in quanto svolgenti anche altra attività, è stato chiarito che:
- per le operazioni relative all’attività di noleggio o locazione, sussiste l’obbligo di invio all’Anagrafe tributaria della comunicazione (dei contratti di leasing e noleggio) prevista dal provvedimento direttoriale del 21 novembre 2011;
- per le operazioni afferenti l’attività principale (officina di riparazione auto, nell’esempio), sussiste l’obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA di cui all’art. 21 del DL 78/2010 (“spesometro”).
Relativamente alla tipologia dei contratti oggetto della comunicazione in esame, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che tale comunicazione interessa tutti i contratti stipulati nei confronti di tutti i clienti (persone fisiche o giuridiche) della seguente natura: contratti di leasing finanziario, di leasing operativo, di locazione e di noleggio. In merito ai beni oggetto del contratto, vi rientrano i seguenti: autovetture, autocaravan, altri veicoli, unità da diporto e commerciali, aeromobili, immobili, bene mobiliare e altro.
Limitatamente alle società di noleggio e locazione, è stato chiarito da parte dell’Agenzia che i dati contenuti nei contratti di noleggio da trasmettere riguardano esclusivamente beni come aeromobili, automobili e imbarcazioni. Vale a dire che risultano essere esclusi dalla comunicazione:
- i contratti di locazione su beni generici (tutti i beni potenzialmente oggetto di noleggio, come le fotocopiatrici o le piattaforme aeree usate dai cantieri).
- i contratti di comodato gratuito;
- contratti con riferimento al noleggio di navi e imbarcazioni stipulati dalle società armatoriali che svolgono la cosiddetta attività di shipping. In questo caso, infatti, il nolo della nave è strumentale a un contratto di trasporto di merci o derrate.
È opportuno ricordare che, al fine di una migliore individuazione dei soggetti tenuti all’invio del suddetto adempimento, in via transitoria l’Agenzia aveva previsto che, per le annualità 2009 e 2010, fossero obbligate ad inviare la comunicazione entro il 31 gennaio 2012 (termine così prorogato dal provvedimento del 21 novembre scorso):
- le società di leasing finanziario e operativo che avevano ricevuto il questionario ex art. 32 del DPR n. 600/1973, ma che non avevano provveduto ad inoltrare la risposta;
- le società di leasing che non avevano mai ricevuto il suddetto questionario.
Per quanto riguarda, invece, i dati relativi ai contratti stipulati dagli operatori commerciali che svolgono attività di locazione e/o noleggio, stanti le difficoltà a reperire i dati relativi agli anni 2009 e 2010 oggetto di monitoraggio, l’Amministrazione finanziaria ha deciso di limitare solo ai contratti stipulati dopo il 21 novembre 2011 la comunicazione richiesta dal Fisco entro il 30 giugno 2012, termine poi prorogato al 29 ottobre 2012. Per il 2010 e per il periodo che va dal 1° gennaio al 20 novembre 2011, le eventuali operazioni sono rientrate, invece, nell’ambito applicativo dell’elenco “clienti e fornitori” (spesometro).
Fonte: Eutekne

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.