Fisco e Impresa

Imposta di bollo su c/c libretti di risparmio e titoli 2013: ultimi chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

5 gennaio 2013 di Marco Minoccheri in Fisco e Impresa

Con Circolare 21 dicembre 2012 n. 48, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sull’applicazione dell’imposta di bollo a seguito delle modifiche normative introdotte dal D.L. n. 98/2011 e D.L. n. 201/2011. Tra le precisazioni segnalate si evidenzia che:
• per il pagamento dell’imposta di bollo annuale, il saldo negativo non concorre alla media degli altri conti ai fini del calcolo della soglia di esenzione;
• l’imposta è dovuta quando la giacenza media è superiore a 5.000 euro. Il titolare persona fisica di un conto corrente o libretto di risparmio è tenuto al pagamento di un’imposta di 34,20 euro. Se invece il conto è intestato a soggetti diversi dalle persone fisiche l’imposta sale a 100 euro. Sono esenti i conti intestati a persone disagiate con Isee inferiore a 7.500 euro e quelli riferiti a Onlus;
• l’imposta sulle comunicazioni relative a prodotti finanziari è pari allo 0,15% del valore di mercato di portafoglio, in mancanza del quale si considera il valore nominale o di rimborso, oppure il valore storico. Risultano esenti i buoni fruttiferi postali fino a 5.000 euro, i fondi pensione e quelli sanitari.
Fonte: seac

Il Giocatore responsabile:
  • 1 - Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • 2 - Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • 3 - Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • 4 - Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • 5 - Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • 6 - Non chiede soldi a credito per giocare
  • 7 - Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • 8 - Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • 9 - Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • 10 - Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
Idee in movimento

La vigliaccheria chiede: è sicuro? L’opportunità chiede: è conveniente? La vana gloria chiede: è popolare? Ma la coscienza chiede: è giusto? — Martin Luther King