- AS.TRO Assotrattenimento 2007 - http://www.assotrattenimento.it -

Caso Bplus: Aams concede sei mesi di prosecuzione transitoria

In riferimento alla nota situazione relativa al concessionario di rete Bplus, rispetto alla quale l’Associazione ha avuto modo di esprimere nei giorni scorsi il proprio punto di vista, arrivano le prima indicazioni ufficiali da parte dell’agenzia delle Dogane e dei Monopoli la quale, indicando il termine del 20 marzo 2013 per il rilascio delle nuove concessioni di slot e vlt, conferma la contestuale cessazione delle concessioni in capo a Bplus. La stessa Agenzia, tuttavia, dispone che la società prosegua transitoriamente l’esercizio delle attività e funzioni oggetto della concessione in scadenza anche dopo il 20 marzo 2013, per un periodo di sei mesi.

Riportiamo nel seguito il testo del comunicato ufficiale di Aams

Il 20 marzo partono le nuove concessioni Newslot e VLT

Per BPLUS prevista breve prosecuzione transitoria

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha fissato al 20 marzo 2013 la data di inizio delle nuove concessioni per la gestione della rete telematica degli apparecchi da divertimento e intrattenimento (AWP e VLT), con contestuale cessazione delle concessioni della stessa specie già in essere.

I nuovi concessionari sono 12, di cui 9 già titolari della analoga concessione in scadenza e 3 nuovi soggetti.

Dalla gara è stata esclusa la BPlus Giocolegale Ltd, per la quale la concessione in essere avrà termine alla predetta data del 20 marzo. Il provvedimento di esclusione è stato impugnato, l’istanza di sospensione cautelare del provvedimento è stata respinta in entrambi i gradi di giudizio e si è in attesa della fissazione dell’udienza di merito.

Allo scopo di evitare soluzioni di continuità del servizio che potrebbero gravemente pregiudicare la tutela della rete legale e rilevantissimi interessi erariali, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha disposto che la Società prosegua transitoriamente l’esercizio delle attività e funzioni oggetto della concessione in scadenza anche dopo il 20 marzo 2013, per un periodo che, considerata la natura del provvedimento che ha determinato l’esclusione dalla gara, non potrà comunque eccedere i sei mesi.

L’esercizio delle predette attività e funzioni, nel periodo transitorio, avverrà con modalità idonee a garantire la regolare gestione del servizio e il tempestivo versamento delle imposte e altri pagamenti dovuti dalla Società in parola e da tutti i soggetti alla stessa vincolati contrattualmente, sotto lo stretto controllo dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Come annunciato nei giorni scorsi attraverso il sito ufficiale dell’Associazione, AS.TRO conferma la propria attività sul fronte istituzionale di appurare se esistano adempimenti specifici a carico dei gestori, necessari per la tutela delle rispettive aziende.