AS.TRO Assotrattenimento 2007

Cartelle di pagamento notificate con posta raccomandata: non sono valide

È nulla la cartella esattoriale notificata direttamente dall’agente della riscossione attraverso la modalità della spedizione a mezzo posta con raccomandata A/r, essendo sempre necessario l’intervento dei soggetti tassativamente previsti e abilitati dall’articolo 26, primo comma, del D.P.R. n. 602/1973.
La sentenza. È quanto emerge dalla sentenza n. 134/01/13 della Commissione Tributaria Provinciale di Campobasso, depositata in segreteria lo scorso 27 agosto.
Accolta l’eccezione di inesistenza giuridica della notifica. Il Collegio di primo grado ha annullato una cartella di pagamento conseguente a controllo automatizzato della dichiarazione, ritenendo condivisibile l’unico motivo di ricorso con cui il contribuente ha eccepito la nullità dell’atto per violazione dell’articolo 26 del D.P.R. n. 602 del 1973. Il Concessionario della riscossione, infatti, aveva recapitato il provvedimento direttamente, mediante invio di raccomandata A/r, senza l’ausilio dell’agente a tanto abilitato.
Le cose sono cambiate dal 1° luglio 1999. Nel solco dell’orientamento oramai consolidato della giurisprudenza di merito (CTR di Roma n. 82/02/09; CTR di Milano n. 61/22/10; CTP di Milano n. 75/26/11; CTP di Campobasso n. 233 del 2011, n. 113 del 2012 e 36 del 2013, nonché GdP di Genova n. 4486 del 2012) i giudici lucani hanno osservato che l’articolo 26 più volte citato ha permesso, sino alla sua modifica del 1° luglio 1999, la possibilità di notificare le cartelle “[…] anche mediante invio, da parte dell’esattore, di lettera raccomandata con avviso di ricevimento”. Con il mutamento della disposizione di legge, avvenuto dapprima ex art. 12 del D.Lgs. n. 46 del 1999 e successivamente ex art. 1 del D.Lgs. n. 193 del 2001, “è stato eliminato l’inciso ‘da parte dell’esattore’ così escludendo, da parte del legislatore, i soggetti che, nella precorsa consuetudine, notificavano le cartelle esattoriali tramite raccomandata con avviso di ricevimento in assenza della necessaria relata di notifica”.
La Cassazione. La sentenza in commento prende atto, discostandosene, dell’orientamento di segno opposto espresso dalla Cassazione. I giudici tributari di merito osservano a tal proposito che gli Ermellini “non si sono pronunciati sulla possibilità o meno, da parte dell’Esattore, di eseguire le notifiche alla luce della intervenuta modifica” del citato articolo 26 del D.P.R. 602 del 1973. Si spiega così la giurisprudenza di legittimità che ammette il recapito, da parte del Concessionario, della cartella di pagamento tramite raccomandata con avviso di ricevimento senza l’ausilio dei soggetti tassativamente elencati dalla legge (ufficiali della riscossione o altri soggetti abilitati dallo stesso Concessionario, messi comunali e agenti della polizia municipale).
Fonte: Fiscal Focus

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.