AS.TRO Assotrattenimento 2007

AS.TRO invoca uno stop all’approvazione della legge regionale della Puglia

In data odierna, AS.TRO ha recapitato all’Assemblea Regionale pugliese, in persona del Presidente e dei Capigruppo, le sue osservazioni associative sul pdl, destinato alla imminente approvazione, sollecitando l’indizione di una audizione del settore e dell’A.D.M. prima del Indipendentemente dai risvolti “sostanziali” attinenti il merito dell’iniziativa legislativa, infatti, il metodo di lavoro adottato dalla Regione Puglia, escludente la consultazione del mondo delle imprese e il coinvolgimento tecnico dell’A.D.M., si presta ad una preoccupante constatazione: ogni industria “impatta” nell’ambiente, nel territorio, nel tessuto socio-economico e sanitario della collettività. L’istituzione regionale, quindi, nel suo fisiologico intento di perseguire il “bene” comune deve individuare un punto di equilibrio tra i benefici di un insediamento industriale e i “contro” che ad essi si imputano. Non è il caso di rievocare la drammaticità di altre esperienze della Regione (in cui un migliaio di posti di lavoro è stato considerato “paletto strutturale” per ogni altra valutazione di tipo sanitario).

Ci si è limitati a considerare che a fronte di un bacino occupazionale insediato nel territorio pugliese abbinato al circuito industriale del gioco lecito, ammontante a quasi il quadruplo del precedente “dato di riferimento”, la mancata consultazione equivale a mancata ricerca di punto di equilibrio e quindi ad una iniziativa politica “sganciata” dalla tutela effettiva dei territori e “incurante” degli effetti di cui è destinata a dar causa.

L’integrale documento è messo a disposizione dei lettori e scaricabile cliccando qui.

 

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.