AS.TRO Assotrattenimento 2007

Paolo Gioacchini, vicepresidente As.Tro: “Il metodo “Ancona” da replicare”

Conoscere adeguatamente il settore del gioco lecito prima di assumere decisioni definitive di carattere legislativo. Con questo intento si è tenuto ieri (10 maggio 2017) l’incontro alla IV Commissione Consiliare del Comune di Ancona, presieduta dalla Dott.ssa Bona Finocchi con alcuni dei principali soggetti che compongono la filiera: il mondo della sanità attraverso la figura degli psicologi, i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato di Ancona con competenze sul mondo dei giochi, l’associazione di categoria e gli operatori del settore.  Obiettivo dell’appuntamento, la necessità di approfondire le dinamiche e le esigenze dell’intero comparto, decisamente articolato e complesso, al fine di  arrivare ad una corretta legiferazione.

Esprimo i miei più vivi complimenti all’amministrazione per il metodo adottato nell’affrontare un tema quanto mai delicato, quello del gioco, che va prima di tutto conosciuto grazie al confronto con chi vi opera quotidianamente”, ha sostenuto Paolo Gioacchini, amministratore unico di GMG Games, nonché vice presidente nazionale di Assotrattenimento – Confindustria Sit, al termine del summit indetto dal comune dorico che, dal 2014, si sta occupando attivamente di gioco patologico con il progetto “A che gioco giochiamo”, finanziato dalla regione Marche, coordinato dall’Ufficio Città Sane e dagli operatori dell’unità di strada Informabus, in collaborazione con il dipartimento delle Dipendenze area gioco dell’Asur Area Vasta 2.

“Con l’auspicio che il metodo adottato dall’amministrazione comunale dorica possa rappresentare un valido modello anche per altre istituzioni locali – ha ribadito Gioacchini – ribadiamo la nostra totale disponibilità, come operatori del settore a partecipare attivamente all’attività di concertazione che porterà senza dubbio a centrare gli obiettivi che i sindaci si prefiggon,o per arginare gli abusi derivanti dal gioco.”

 

 

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.