AS.TRO Assotrattenimento 2007

L’industria del gioco lecito si confronta col comune di Castelfiorentino

Lorenzo Verona, Vicepresidente Astro e Responsabile Territorio, in nome e per conto di Sistema Gioco Italia-ConfindustriaSIT, incontrerà -oggi pomeriggio- i rappresentanti del Comune di Castelfiorentino, per discutere della bozza di regolamento sul gioco lecito che l’Amministrazione Municipale si accinge a varare.

A Castelfiorentino prosegue, pertanto, il confronto tra gli operatori del gioco lecito e i rappresentanti delle Istituzioni locali sulle dinamiche di un comparto sicuramente complesso e problematico, ma centrale per la tenuta del circuito commerciale dei territori ed per il presidio di legalità a contrasto delle offerte non autorizzate di gioco.

L’obiettivo di ogni incontro istituzionale è quello di sensibilizzare le Amministrazioni Locali sulle strade alternative rispetto alle “proibizioni”, statisticamente inefficaci e controproducenti sotto il profilo socio-sanitario, benché spesso “applaudite” da tutti coloro che non si curano degli effetti concreti che le stesse generano, in termini di disoccupazione, riviviscenza delle infiltrazioni malavitose connesse al gioco illegale, aumento del G.A.P., limitandosi a compiacersi dei danni afflitti ad un ramo dell’industria italiana .

Si proporrà, per contro, un progetto sul gioco lecito “allineato” alle esigenze di cautela e controllo che le Amministrazioni Locali perseguono correttamente, illustrando le notevoli potenzialità preventive raggiungibili tramite progetti integrati di sinergia operativa tra imprese e Istituzioni Locali: formazione “seria” e protocolli operativi “stringenti” tra punti vendita e servizi comunali elevano la qualità dei servizi di gioco, li rendono allineati agli interventi dei preposti alle funzioni socio-sanitarie, e soprattutto marginalizzano il gioco patologico.

Le limitazioni-proibizioni, invece, hanno oramai esaurito la loro “portata innovativa e sperimentale” ed hanno accumulato lunghi “storici” di risultati non positivi, tanto è vero che ove già emanate, se ne è riscontrata l’inutilità per la concreta tutela delle fasce deboli della popolazione.

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.