AS.TRO Assotrattenimento 2007

La replica di As.tro allo ‘Stato quotidiano’ sui dati di gioco

Spett.le Stato Quotidiano

Egr. Direttore,

in ordine a quanto pubblicato dalla testata in data 20.12 u.s., relativamente ai dati di gioco evinti dal portale Gedi, la scrivente Associazione chiede di poter esporre in replica la completa evidenza statistica dei dati di gioco.

La Piattaforma Gedi, infatti, genera un equivoco fondamentale. La stessa utilizza esclusivamente il dato del giocato facendolo percepire –erroneamente- come un equivalente del dato sulla ‘spesa effettiva’ di gioco.

Rimarcando come il dato della spesa effettiva di gioco si ottenga, come evidenziato più volte dall’Agenzia, sottraendo al giocato le vincite riscosse, si espongono nel dettaglio le complete evidenze relative alla spesa effettiva di gioco agli apparecchi leciti con vincita in denaro.

In particolare:

– nella città di Bari, ad esempio, la spesa effettiva complessiva per le AWP è pari a 20,1 mln di euro (70,7 milioni di giocato – 50,6 milioni di euro di vincite) mentre quella sulle Vlt è pari a 22,4 mln di euro che, su una popolazione maggiorenne di circa 270mila abitanti, determina una stima di spesa annuale pro-capite pari a circa 75€, ovvero 20 centesimi al giorno per le awp e di 83€, ovvero 23 centesimi al dì per le Vlt;

– a Matera, invece, la spesa effettiva complessiva per le AWP è stata di circa 6 mln di euro (20,5 milioni di giocato – 14,5 milioni di euro di vincite) mentre quella sulle Vlt è stata di 4 mln di euro che, su una popolazione maggiorenne di circa 49mila abitanti, determina una stima di spesa annuale pro-capite pari a 120€, ovvero 33 centesimi al giorno per le awp e di €81, ovvero 23 centesimi € al dì per le Vlt;

– nel Comune di Manfredonia, la spesa effettiva complessiva per le AWP è stata di 7 mln di euro (25 milioni di giocato – 18 milioni di euro di vincite) mentre quella sulle Vlt è stata di 1mln di euro che, su una popolazione maggiorenne di circa 46mila abitanti, determina una stima di spesa annuale pro-capite pari a 153€, ovvero 42 centesimi al giorno per le awp e di €22, ovvero 6 centesimi al dì per le Vlt;

– ad Altamura, la spesa effettiva complessiva per le AWP è stata di circa 5,6 mln di euro (19,7 milioni di giocato – 14,1 milioni di euro di vincite) mentre quella sulle Vlt è stata di circa 2,5 mln di euro che, su una popolazione maggiorenne di circa 54mila abitanti, determina una stima di spesa annuale pro-capite pari a 103€, ovvero 29 centesimi al giorno per le awp e di €46, ovvero 12 al dì centesimi per le Vlt;

– nel Comune di Gravina, la spesa effettiva complessiva per le AWP è stata di 3 mln di euro (10,6 milioni di giocato – 7,6 milioni di euro di vincite) mentre quella sulle Vlt è stata di 624 mila euro che, su una popolazione maggiorenne di 34mila abitanti, determina una stima di spesa annuale pro-capite pari a 89€, ovvero 25 centesimi al giorno per le awp e di €18, ovvero 5 centesimi al dì per le Vlt;

– infine, nel Comune di Poggiorsini –dove non sono presenti congegni Vlt-, la spesa effettiva complessiva per le AWP è stata di circa 64mila euro che, su una popolazione maggiorenne di 1.200 abitanti, determina una stima di spesa annuale pro-capite pari a 53€, ovvero 14 centesimi al giorno.

In conclusione: fatto salvo il limite di un approccio meramente statistico ad un fenomeno così complesso ed articolato, partendo proprio dalle evidenze estraibili dal portale Gedi, la spesa effettiva suddivisa tra la popolazione maggiorenne, sancisce un risultato che non si presta a valutazioni allarmistiche o di altra natura sensazionalistica.

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.