AS.TRO Assotrattenimento 2007

As.tro partecipa al tavolo contro il Gap organizzato dal Ser.d Viareggio: il commento di Lorenzo Verona

E’ tornato a riunirsi, ieri 16 maggio, il tavolo di lavoro contro il gap promosso dal Servizio Dipendenze di Viareggio cui ha partecipato As.Tro nella persona del Vicepresidente con delega al Territorio, Lorenzo Verona.

Al centro dell’incontro il progetto, ormai in dirittura d’arrivo -portato avanti dalla Asl 12 di Viareggio insieme ai comuni della Versilia, alle associazioni di volontariato ed ai rappresentanti degli operatori del gioco lecito – di un codice etico di autoregolamentazione per sensibilizzare la popolazione sugli effetti di gioco compulsivo.

È Lorenzo Verona, responsabile per le questioni territoriali e vicepresidente dell’associazione As.Tro a raccontare l’esito della riunione del tavolo interassociativo: «Stiamo costruendo un percorso condiviso per arrivare a un codice di autoregolamentazione per tutti coloro che vendono prodotti di gioco. Non parliamo solo di slot machine, ma di tutta l’offerta nel suo complesso. As.Tro ha partecipato attivamente proponendo emendamenti su ogni punto del codice. Modifiche che sono stata accolte positivamente e su cui attendiamo l’unanimità di consensi prima della pubblicazione ufficiale, prevista prima dell’estate».

Alla base del codice, continua Verona, c’è anche uno studio effettuato dall’Asl su un campione di ragazzi tra i 14 e i 22 anni: «È emerso che l’interesse maggiore per quanto riguarda il gioco non è per le slot machine. Gratta e vinci e le scommesse online sono i prodotti che attraggono di più. Si tratta di un dato di cui tenere conto, soprattutto per il futuro. Serve maggiore attenzione verso queste tipologie di gioco, che nei prossimi anni saranno sempre più incisive. Per questo – conclude – invitiamo tutti i partecipanti all’incontro e alle Amministrazioni di prestare un occhio particolare a questo tipo di prodotti. Ne riparleremo anche nel prossimo incontro, a settembre, quando daremo inizio ai corsi di formazione per responsabilizzare gestori ed esercenti di gioco».

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.