AS.TRO Assotrattenimento 2007

As.tro ad Ascoli Piceno per il primo corso di informazione con la Questura

Prosegue il lavoro di informazione sul territorio da parte di As.Tro. Questa mattina si è svolto, per la prima volta presso un organo dell’amministrazione statale – la Questura di Ascoli Piceno – una sessione informativa dedicata al territorio di Ascoli.

Il corso, che si è tenuto nelle scorse settimane anche a Civitanova Marche, Treia e Macerata, si inserisce in un ampio progetto di collaborazione, il cui intento è quello di sensibilizzare istituzioni e forze dell’ordine sulle criticità del territorio e la prevenzione di forme di gioco illegale ed incontrollate.

Relatore dell’incontro, Claudio Bianchella, già funzionario ADM Marche e membro del Centro Studi As.Tro. Nel suo intervento, ha approfondito alcuni dei punti che riguardano l’offerta di gioco, con un focus, in particolare, sulle new slot, sulle videolottery e sulle agenzie di scommesse fino a concludere con una veloce carrellata sulle principali tipologie di gioco irregolari, presenti nel mercato.

Presenti all’incontro anche il vice presidente dell’associazione con delega alle Marche, Paolo Gioacchini, funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli sede di Ascoli e Ancona, la Guardia di Finanza, il commissariato di Polizia dei Comuni di Fermo e San Benedetto del Tronto, la polizia locale di Ascoli Piceno e le Questure di Ascoli e Macerata.

“Siamo soddisfatti dell’adesione che il corso di informazione per amministratori e forze dell’ordine sta riscuotendo presso gli enti locali, soprattutto della Regione Marche. In particolare, il corso di oggi, presso la Questura di Ascoli Piceno, conferma l’efficacia concreta di simili iniziative: contribuire alla diffusione di conoscenze ed informazioni su una materia sensibile (e poco conosciuta) come quella del gioco è una mission che As.Tro abbraccia da sempre. Crediamo sia fondamentale continuare in un percorso di collaborazione ed affiancamento delle realtà istituzionali che ogni giorno sono chiamate ad interfacciarsi con il mondo del gioco legale, in primis le Forze dell’ordine deputate ad effettuare i controlli sull’offerta di gioco”. E’ quanto afferma l’Avvocato di As.Tro Isabella Rusciano a margine dell’incontro. “Insistiamo nel dire che tra il cieco proibizionismo e programmi di informazione e prevenzione scegliamo la seconda via: tertium non datur”.

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.