AS.TRO Assotrattenimento 2007

Fatturazione elettronica carburanti: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

A due mesi dall’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di carburanti da autotrazione, l’Agenzia delle Entrate ha diffuso alcuni importanti chiarimenti con la Circolare n. 8/E del 30 aprile 2018.
Dal 1° luglio 2018 sarà introdotto, con la finalità di contrastare i fenomeni di evasione e di frode IVA nel settore dei carburanti per autotrazione, l’obbligo di fattura elettronica per le “cessioni di benzina o di gasolio destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori”. L’anticipazione al 1° luglio 2018, rispetto alla generica introduzione della fattura elettronica prevista per il 1° gennaio 2019, non riguarderà le cessioni di benzina per motori che fanno parte di gruppi elettrogeni, impianti di riscaldamento, attrezzi vari, utensili da giardinaggio e così via.
La Circolare n. 8/E chiarisce che, per quanto attiene al contenuto della fattura, tra gli elementi identificati dalla norma come obbligatori non figura la targa (o altro estremo identificato del veicolo), come invece è previsto attualmente per la scheda carburante. Tuttavia tali informazioni, essendo puramente facoltative, potranno essere comunque inserite nei documenti qualora si voglia utilizzarle come ausilio per la tracciabilità della spesa o per la riconducibilità della stessa ad un determinato veicolo.
La fattura dovrà essere emessa in formato elettronico anche qualora, oltre al carburante, siano presenti altri beni o servizi. Ad esempio, nel caso in cui un soggetto passivo si rifornisca di benzina per il proprio veicolo aziendale e contestualmente faccia eseguire sul mezzo un intervento di manutenzione, la fattura dovrà riportare cumulativamente entrambe le operazioni.
Per ciò che attiene agli strumenti di pagamento, è previsto l’obbligo di effettuarli tramite assegni bancari e postali, circolari e non, vaglia bancari e postali e strumenti elettronici previsti dall’art. 5 del D.Lgs. n. 82 del 7 marzo 2005.
Infine, la Circolare chiarisce che per i contribuenti in regime dei minimi o in regime forfetario resteranno efficaci le vecchie regole e non ci sarà alcun obbligo in tema di fatturazione tranne il fatto che dovranno dal 2019 provvedere alla conservazione delle fatture elettroniche passive.

Fonte: Centro Studi CGN

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.