AS.TRO Assotrattenimento 2007

Legge Piemonte, Pucci: “Calo del gioco apparente, in realtà i giocatori si spostano e l’illegalità cresce”

«E’ inevitabile che dimezzando l’orario di accensione delle macchine si dimezzino anche le giocate, ma ciò non significa un calo del gioco in generale, bensì uno spostamento su altre tipologie di intrattenimento». Questo il commento di Massimiliano Pucci, Presidente di As.tro, rispetto ai dati presentati questa mattina in Consiglio Regionale, relativi agli effetti della Legge regionale del Piemonte per il contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Massimiliano Pucci tiene a smentire alcune affermazioni ricorrenti tra i difensori della stretta normativa sulle slot: «Si sostiene spesso che non esiste alcun dato che testimonia la crescita del gioco illegale, che la raccolta è sensibilmente diminuita da quando è in vigore la legge e che, là dove gli orari hanno dimezzato l’accensione delle slot, si sono dimezzate anche le giocate. Proviamo a fare chiarezza su queste affermazioni, confutandole attraverso numeri forniti da Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Sogei e Guardia di Finanza».

Il Presidente di As.tro, al riguardo, cita una recente audizione in Consiglio Regionale, nella quale «il Generale della Guardia di Finanza, Giuseppe Grassi, ha dichiarato che il volume dell’evasione fiscale nei giochi nei primi mesi dell’anno è quintuplicato in Piemonte».

Per quanto riguarda la presunta diminuzione drastica della raccolta «siamo all’interno di una fake news. Anche in questo caso, abbiamo depositato alla Regione i dati ufficiali di ADM e Sogei che testimoniano un calo della raccolta del 3% nei primi 4 mesi del 2018, non calcolando la crescita del comparto del gioco online e del gioco illegale».

E infine: «Attendiamo che dal fronte medico qualcuno ci dimostri che i ludopati sono diminuiti grazie all’entrata in vigore della legge: questo dato potrebbe testimoniarne l’effettiva validità».

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.