AS.TRO Assotrattenimento 2007

Lo Studio Lipani-Catricalà rappresenta AS.TRO all’Antitrust

Facendo seguito ai precedenti comunicati relativi ai comportamenti anomali che stanno subendo i gestori ad opera dei concessionari, comunichiamo preliminarmente che, come preannunciato, in data 16/11/18, As.Tro per il tramite del proprio presidente Avv. Massimiliano Pucci ha formalmente conferito mandato allo Studio Legale Lipani-Catricalà di approfondire, attraverso un studio dettagliato, la sussistenza, nelle condotte attualmente poste in essere dai concessionari, di elementi distorsivi della concorrenza, del libero mercato e dei principi contenuti nella normativa di settore, soprattutto con riguardo ai rapporti e agli equilibri tra i soggetti della filiera.

Il mandato comprende, come ulteriore sbocco, nel caso in cui l’approfondimento preliminare evidenziasse l’effettiva sussistenza della natura distorsiva delle condotte dei concessionari, l’inoltro della formale segnalazione AGCM.

I legali che ci assistono hanno chiesto di raccogliere tutto il materiale necessario allo studio della questione, da sottoporre, successivamente, al vaglio della AGCM.

Dovrete pertanto segnalarci in modo dettagliato:

a) ogni tipo di atto del vostro concessionario che riterrete arbitrario, immotivato, sproporzionato e comunque lesivo della vostra attività di impresa, con l’indicazione del nominativo dell’impresa concessionaria e della persona fisica (addetto commerciale o altra figura) che abbia agito in nome e per conto della stessa. Aggiungendo comunque ogni elemento utile a costituirne prova.

b) Le modalità con cui si esplicano tali condotte dei concessionari: se per iscritto (mediante lettera, pec, mail, ecc. – che provvederete poi a trasmetterci) oppure oralmente (telefonicamente o mediante comunicazione diretta presso la vostra sede o quella del concessioanrio).

3) Conservare e trasmetterci tutta la documentazione comprovante l’eventuale condotta arbitraria del concessionario (lettere, pec, mail e quant’altro possa costituire una prova) oppure, in assenza di atti scritti, comunicarci la data, l’ora e le modalità con cui sono state ricevute eventuali comunicazioni (esplicanti tali condotte anomale) telefoniche e/o dirette (alla presenza dell’incaricato del concessionario), sempre indicando il nominativo ed il ruolo del soggetto con cui avete interloquito (anche se solo telefonicamente).

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.