AS.TRO Assotrattenimento 2007

Canone Tv: entro il 31 gennaio la comunicazione di assenza di apparecchi televisivi

È possibile non pagare il canone Tv qualora si dichiari, sotto la propria responsabilità, di non possedere un apparecchio che consenta la ricezione di programmi televisivi.
Anche quest’anno, bisogna ricordarsi che, se si vuole evitare di ritrovarsi conteggiato nella bolletta di fornitura dell’energia elettrica l’abbonamento televisivo non dovuto, entro il 31 gennaio occorre inviare all’Agenzia delle entrate l’apposito modello di dichiarazione sostitutiva.
Con l’invio della dichiarazione si attesta, da parte propria o di altri componenti il nucleo familiare anagrafico, la non detenzione di apparecchi in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale digitale terrestre o satellitare, direttamente (in quanto costruito con tutti i componenti tecnici necessari) o tramite decoder o sintonizzatore esterno. Per sintonizzatore s’intende un dispositivo idoneo a operare nelle bande di frequenze destinate al servizio televisivo.
Computer, smartphone, tablet e ogni altro dispositivo privo del sintonizzatore per il segnale digitale terrestre o satellitare non costituiscono apparecchi televisivi.
Sono, inoltre, esonerati dal pagamento del canone i detentori di apparecchi radiofonici collocati esclusivamente presso abitazioni private.
Il modello di dichiarazione sostitutiva, con le relative istruzioni, è reperibile gratuitamente sul sito internet dell’Agenzia delle entrate nella sezione “Modelli” per i “Cittadini” dedicata alle “Agevolazioni” per il “Canone TV”.
La dichiarazione sostitutiva, per avere effetto dal 1° gennaio di quest’anno e con validità per l’intero canone di abbonamento 2019, deve essere presentata entro la fine del mese.
L’operazione era possibile già dallo scorso 1° luglio: infatti, il modello trasmesso dall’inizio del secondo semestre dell’anno precedente (e fino al 31 gennaio dell’anno di riferimento) vale per tutto il canone dell’anno seguente.
Invece, l’invio fatto dopo il 31 gennaio ed entro il 30 giugno, ha effetto per l’abbonamento relativo al secondo semestre (luglio-dicembre).
Nel caso di attivazione di una nuova utenza di fornitura di energia elettrica residenziale, la dichiarazione sostitutiva di non detenzione deve essere presentata entro la fine del mese successivo alla data di attivazione della fornitura, per avere effetto a decorrere dalla data di attivazione della fornitura stessa.
La dichiarazione ha validità annuale e va presentata per ogni anno in cui permane la condizione di non detenzione di apparecchi televisivi.
Il modello di dichiarazione sostitutiva può essere inviato, direttamente dal contribuente o tramite intermediari abilitati, mediante una specifica applicazione web disponibile sul sito internet dell’Agenzia delle entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel.
La data di presentazione sarà quella riportata sulla ricevuta che verrà rilasciata, sempre in via telematica, dall’Agenzia stessa.
Nel caso in cui la trasmissione telematica non fosse possibile, la dichiarazione sostitutiva potrà anche essere spedita a mezzo servizio postale, in plico raccomandato, senza busta all’indirizzo:
Agenzia delle entrate – Ufficio Torino 1 – Sportello abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino.
In questo caso, però, bisogna allegare anche la copia di un valido documento di riconoscimento. Per la data di presentazione, farà fede quella di spedizione risultante dal timbro postale.

Fonte: Fisco Oggi

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.