AS.TRO Assotrattenimento 2007

Il 29 ottobre si riunisce il Consiglio Direttivo AS.TRO

È stato convocata per martedì 29 ottobre, a Bologna, una riunione del Consiglio Direttivo AS.TRO: diversi – e tutti di estrema rilevanza – gli argomenti che dovranno essere affrontati dall’organismo Direttivo dell’Associazione.

Di seguito il dettaglio dei lavori all’ordine del giorno:

1. Introduzione del Presidente Massimiliano Pucci:

a) ultimi aggiornamenti sulla questione dei NOE;

b) l’aumento del PREU previsto nella prossima legge di stabilità: spunti di riflessione ed eventuali iniziative da intraprendere.

2. AS.TRO nei territori:

Istituzione di una stabile struttura organizzativa nell’ambito dell’associazione per ottimizzare l’attività̀, da tempo intrapresa, di interlocuzione con Regioni e Comuni. A tal fine, il responsabile nazionale per i territori, dott. Claudio Bianchella, coadiuvato dal portavoce dell’associazione, dott. Pietro Ferrara, indicherà̀ i singoli responsabili regionali, la cui nomina verrà̀ ratificata dal direttivo.

Sulla questione dell’impatto delle normative territoriali sono previsti gli interventi del dott. Matteo Copia e della dott.ssa Sarah Viola.

3. Verso un contratto collettivo nazionale per i dipendenti delle aziende di gestione: sul punto interverrà̀ il dott. Pasquale Pinnetti.

4. Ratifica dell’accordo di collaborazione triennale tra AS.TRO e CGIA Mestre.

5. Costituzione del Tavolo Tecnico composto dai costruttori associati ad AS.TRO e presieduto dal dott. Armando Iaccarino.

6. Ratifica dei nuovi consiglieri.

7. Presentazione dell’evento organizzato a Milano il 21 novembre 2019 per la presentazione, da parte della CGIA Mestre, della ricerca intitolata “Percorso di Studio sul Settore dei Giochi in Italia”: sul punto interverrà̀ Federico Gambarini.

Conferimento alla CGIA di Mestre dell’incarico per realizzare un focus sulla situazione del comparto giochi in Lombardia.

8. Verso il 2022:

Riflessione sulle strategie che l’associazione intenderà̀ porre in atto per non giungere impreparata ad una scadenza che rappresenterà̀ un punto di svolta per l’intero settore.

Sull’argomento interverranno: Massimiliano Pucci, Armando Iaccarino e Pietro Ferrara.

9. Varie ed eventuali

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.