AS.TRO Assotrattenimento 2007

Operazione Jackpot, Pucci (AS.TRO): “Inaccettabile identificare il gioco legale con la criminalità, maggiore tutela per le tante imprese sane”

“Non è accettabile che l’azione della criminalità organizzata possa rappresentare un’occasione, cavalcata dalla stampa e da una parte ideologizzata della classe politica, per infangare le imprese sane che da anni stanno operando nella piena legalità ed hanno contribuito fattivamente al conseguimento del progetto di riforma e regolamentazione del gioco”. È il commento di Massimiliano Pucci, presidente dell’associazione Astro, relativo alla cosiddetta “Operazione Jackpot”, che ieri ha smantellato il clan capeggiato dal boss Salvatore Nicitra, accusato di aver imposto con metodi mafiosi i suoi apparecchi di gioco a vari esercenti di Roma Nord.

“La nostra associazione esprime il proprio plauso all’inchiesta che avrebbe portato alla luce l’infiltrazione, nel territorio romano, della criminalità organizzata nel settore del gioco d’azzardo”, sottolinea. L’industria del gioco lecito è gravemente danneggiata dalle imprese gestite dalla criminalità, “la cui forza concorrenziale risiede proprio nel loro potere economico ed intimidatorio, aiutata anche da una ventata proibizionista che il settore sta subendo”. Combattere l’illegalità, conclude Pucci, non significa azzerare un intero settore produttivo, che opera in forza di una regolare concessione e contribuisce in maniera significativa alle entrate erariali: “Chiediamo a coloro che stanno strumentalizzando ad arte questa vicenda per perorare la causa proibizionista, di fornire credibili argomenti per sostenere che l’abolizione del gioco legale possa rappresentare uno scacco alla criminalità organizzata. Secondo noi, al contrario, è un ulteriore favore a tutti coloro che utilizzano il gioco per fare affari sporchi”.

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.