AS.TRO Assotrattenimento 2007

Adm pubblica la direttiva sull’emergenza Covid-19: aggiornamenti sui DPCM di gestione emergenza Covid-19 e sull’adozione da parte di alcuni sindaci di ordinanze contingibili ed urgenti

In aggiornamento al comunicato pubblicato ieri sul nostro sito, contenente chiarimenti sul DPCM 8 marzo 2020, precisiamo che, a seguito dell’emanazione del DPCM 9 marzo 2020, le prescrizioni secondo cui le attività di ristorazione e bar sono consentite soltanto dalle 06.00 alle 18.00 e che i circoli privati dovranno rimanere chiusi valgono ora per tutto il territorio nazionale. Per il resto restano confermate le indicazioni di cui al punto 1) del suddetto comunicato.

Apprendiamo, inoltre, dai nostri associati che alcuni Sindaci stanno emanando ordinanze contingibili ed urgenti, al fine di contrastare l’emergenza COVID 19, sulle medesime materie già disciplinate a livello statale.

A tal proposito segnaliamo che l’art. 35 del Decreto Legge 2 marzo 2020, n. 9 dispone quanto segue: <<A seguito dell’adozione delle misure statali di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 non possono essere adottate e, ove adottate sono inefficaci, le ordinanza sindacali contingibili e urgenti dirette a fronteggiare l’emergenza predetta in contrasto con le misure statali>>.

Ne consegue, dato che le misure statali sono state emanate, che le ordinanze contingibili ed urgenti dei Sindaci, in materia di emergenza COVID-19, contenenti disposizioni difformi da quelle statali sono inefficaci.

Resta invece salvo il potere di ordinanza delle Regioni (art. 5, comma 4, DPCM 8 marzo 2020) le quali pertanto, per fronteggiare particolari esigenze che si manifestano all’interno del loro territorio, potranno varare norme anche più restrittive di quelle stabilite a livello statale. 

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.