AS.TRO Assotrattenimento 2007

Sit-In di protesta a Bari, Fabio Biondo (As.Tro): “La nostra è una battaglia di civiltà per il riconoscimento del settore”

“Voglio ringraziare il Presidente del Consiglio Regionale Loizzo ed il Vicepresidente Gatta, oltre ai Consiglieri Damascelli e Marmo per l’apertura al dialogo e la sensibilità dimostrata nei confronti del settore e delle aziende di gioco pubblico”. Così Fabio Biondo, Consigliere Astro e Responsabile per la Regione Puglia al margine dell’incontro avuto in Consiglio Regionale dopo il sit-in di protesta scaturito dall’esclusione delle aziende di gioco da alcuni finanziamenti regionali stanziati per l’emergenza Covid-19, che si è tenuto questa mattina a Bari.

“In qualità di Consigliere Astro ho tenuto a ribadire un principio cardine della nostra Associazione, ovvero che la nostra è una battaglia di civiltà sulla scorta della quale chiediamo di essere riconosciuti per quello che siamo, cioè aziende legali che opero in nome e per conto dello Stato: non lottiamo per ottenere un singolo provvedimento>> prosegue Biondo. <<Non si capisce perché ‘sulla carta’ siamo imprese ma, nel dibattito politico, diventiamo merce di scambio per il miglior offerente. Se vogliono abolire il nostro settore che lo dicano chiaramente e aprano una seria discussione in Parlamento”.

Al termine dell’incontro, i rappresentanti del Consiglio Regionale hanno assicurato che porteranno, all’ordine del giorno del prossimo Consiglio regionale, la questione dell’esclusione delle aziende di gioco per sboccare l’accesso al finanziamento regionale: “A questo proposito voglio ricordare che il Presidente Mattarella, insieme al Premier Conte, hanno assicurato che nessuno sarebbe stato abbandonato ( e discriminato) in questa fase di emergenza: voglio augurarmi che la Regione Puglia non se lo dimentichi”, conclude Biondo.

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.