AS.TRO Assotrattenimento 2007

Giochi, caos regolamenti locali. Rusciano (AS.TRO): “Urgente un riordino organico della disciplina del gioco pubblico”

“Gli imprenditori del gioco sono sempre più confusi”. L’avvocato Isabella Rusciano (As.tro), commenta così gli effetti delle due decisioni del Consiglio di Stato che – a distanza di pochi giorni – sono andate in direzioni diametralmente opposte in merito alla disciplina dei limiti orari alle attività di gioco. “Chiediamo da tempo chiarezza e coerenza nella disciplina del gioco lecito, rispetto alla cui assenza gli imprenditori manifestano sempre maggiore preoccupazione” prosegue Rusciano.

Nelle scorse settimane, il Consiglio di Stato aveva bocciato l’ordinanza sui limiti orari a Monza, non ritenendo giustificato il discostamento in essa contenuto rispetto alle previsioni dell’Intesa a cui ha riconosciuto ”il valore di parametro di riferimento per l’esercizio, da parte delle amministrazioni locali, delle loro specifiche competenze in materia di disciplina degli orari”. Nei giorni immediatamente successivi, abbiamo invece assistito ad un capovolgimento di posizione, sempre da parte del Consiglio di Stato che, in riferimento all’appello proposto dal Comune di Guidonia, ha negato qualsiasi efficacia all’accordo raggiunto tra Stato, Regioni ed Enti locali in assenza del decreto attuativo del Mef che avrebbe dovuto recepirlo”.

Alla luce di queste circostanze, si fa sempre più urgente la necessità di un riordino organico della disciplina del gioco pubblico che sia applicabile in maniera uniforme a livello nazionale e, nel frattempo, l’emanazione del decreto di recepimento dell’Intesa raggiunta in Conferenza Unificata sulla cui valenza continua a giocarsi una partita delicatissima per l’intero settore”- conclude Rusciano.

Print This Post

partner commerciali

roll 3/3

banner 1/2

banner 1/3

segui astro

Segui Astro su: Twitter
Segui Astro su: Facebook
RSS

Gioco resonsabile

  • Gioca per divertimento e non pensa al gioco come ad un modo per far soldi
  • Investe nel gioco solo somme di denaro che può permettersi di perdere e non gioca il denaro necessario al vivere quotidiano
  • Decide quanto tempo dedicare al gioco e non eccede
  • Decide quanti soldi investire nel divertimento e rispetta la decisione presa
  • Non rincorre le perdite accetta l’esito come costo dell’intrattenimento
  • Non chiede soldi a credito per giocare
  • Si assicura di conoscere le regole del gioco e le percentuali di vantaggio del banco
  • Bilancia il tempo che dedica al gioco con altre attività di svago
  • Non gioca per sfuggire alla solitudine o alla depressione gioca solo per la voglia di giocare
  • Non gioca se la sua lucidità è alterata dall’alcool o dalle droghe
  • chi lo ha adottato

    Chi lo ha adottato
    GMG GAMES SRL
    NOVARMATIC GROUP SRL
    MAREMMA GAMING SRL
    FIRENZE GAMING SRL
    UNIVERSO GAMING SRL
    ALBIERI SRL
    VNE SRL
    SARDAGIOCHI SRL
    NUOVA VIDEOGIOCHI SRL
    DELL’ANNA SRL
    BONORA ATHOS SRL
    FAVOLA SRL
    RICREATIVO B
    ROYAL 777 SRL
    NOVAGAMES SAS
    DONDOLINO ROYAL SRL
    LUCKY SHOT GAME
    ELETTROGIOCHI GARUTI SRL
    PIANETA GIOCHI SRL
    OK GAMES SRL
    LOTTO SERVICE SRL
    MAZZETTOGIOCHI
    LASERVIDEO POINT di LIGURGO COSIMO

    confindustria-sit

    Sistema Gioco ItaliaDall’adesione delle associazioni del gioco e dell’intrattenimento a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici nasce Sistema Gioco Italia, la Federazione di filiera che riunisce e rappresenta 5.800 imprese del settore dei giochi.