Dichiarazione IVA omessa o erronea: ravvedimento spontaneo facilitato dall'AdE

Aziende
Marco Minoccheri
26 Luglio 2018

Con Provvedimento 27 giugno 2018, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto di aver messo a disposizione del contribuente, tramite gli indirizzi di Posta Elettronica Certificata, nel “Cassetto fiscale” e nell’Interfaccia Web “Fatture e Corrispettivi”, le informazioni e gli elementi che segnalano: la mancata presentazione della dichiarazione IVA per l’anno d’imposta 2017 entro la scadenza del 30 aprile 2018 oppure l’erronea presentazione della stessa con la compilazione esclusiva del quadro VA. In particolare, il Provvedimento ha fornito le modalità con cui il contribuente può regolarizzare errori od omissioni tramite ravvedimento operoso e beneficiare, pertanto, della riduzione delle sanzioni previste per le violazioni in oggetto.