Gli indicatori dei Servizi Innovativi e Tecnologici. IV trimestre 2009

Confindustria
Ufficio Stampa
9 Giugno 2010

Dopo un 2008 di crescita zero, nel 2009 la crisi ha colpito pesantemente anche il settore dei Servizi Innovativi e Tecnologici. Per la prima volta negli ultimi 15 anni è stata registrata una variazione negativa del valore aggiunto prodotto dal settore. In base ai dati di contabilità nazionale dell’Istat si stima una perdita di valore di oltre 2,2 mld. di euro (-1,6%), una percentuale comunque inferiore al calo fatto registrare dal PIL italiano nel suo complesso (-5%). Dal punto di vista dell’occupazione (dati dall’indagine forze lavoro dell’Istat) i Servizi Innovativi e Tecnologici hanno chiuso il 2009 con un calo dell’1,2% rispetto al 2008. In termini assoluti si tratta di oltre 30mila occupati in meno in media d’anno, tutti concentrati nella componente dell’occupazione “indipendente”. Se si confronta il dato del IV trimestre 2009 con quello del I trimestre del 2008 (ultimo trimestre di crescita prima dell’inizio della crisi) mancano invece al settore circa 100mila occupati (-4%). Nonostante l’andamento negativo del 2009, nel I trimestre 2010 il clima di fiducia delle imprese dei servizi innovativi è tornato su livelli positivi per la prima volta dopo 4 trimestri consecutivi negativi, soprattutto grazie alle aspettative sugli ordini, trainate dalla ripresa internazionale.

Nei prossimi giorni sarà disponibili sul sito della Federazione il Report completo.